Mascherina Filtro FFP2

La mascherina con filtro FFP2 è, ad oggi, considerato uno dei più efficaci strumenti di prevenzione contro le inalazioni potenzialmente dannose per la salute. Questi dispositivi sono certificati CE, sicuri e confortevoli, raccomandati a tutti i professionisti che lavorano in ambito chimico, metallurgico e minerario, ma non solo. Hanno, infatti, anche applicazioni utili e adattabili a diverse situazioni della vita di tutti i giorni.

 

Il Filtro FFP2

Il filtro FFP2, approvato dalla CE, è in grado di filtrare particelle aeree anche minuscole, facendo arrivare così a naso e bocca solo aria purificata da sostanze nocive. Sono particolarmente indicate in ambito professionale, soprattutto per chi lavora in ambienti ad alto rischio tossico.

Citiamo, a titolo esemplificativo:

  • fabbriche e magazzini in cui si maneggiano solventi, materiali chimici, petroliferi, farmaceutici, prodotti metallurgici e minerari;
  • laboratori medici, di analisi.

Per ottenere una prevenzione più efficace in questi ambiti professionali è bene abbinare alla mascherina monouso con filtro FFP2 anche una tuta usa e getta e ricordarsi di lavarsi spesso le mani e disinfettarle con un igienizzante apposito.

Tuttavia, la mascherina filtro FFP2 può essere una buona scelta anche in altri casi.

Per esempio:

  • per coloro che vivono o stazionano nelle vicinanze dei sopra-citati stabilimenti;
  • nelle grandi metropoli quando i tassi di smog presenti nell'aria superano le soglie di allerta;
  • per i bambini, gli anziani, le persone di salute cagionevole e tutti coloro che devono il più possibile evitare di essere contagiati da virus nei periodi di picco;
  • quando ci si reca in ambienti ad alto rischio di contagio virale, ad esempio gli ospedali o gli studi medici.

 

La mascherina filtro FFP2 quanto sono protettive?

Quando si è in fase di picco influenzale è molto utile utilizzare una mascherina monouso quando si esce, specie se ci si reca in ambienti poco aerati e molto frequentati. Le mascherine con filtro FFP2 sono ritenute piuttosto efficaci anche per quanto riguarda la limitazione della diffusione di virus e germi. Questo perché lo strato esterno della mascherina è impermeabile e i virus vengono diffusi tramite la saliva espulsa con colpi di tosse e starnuti. Inoltre, indossare una maschera protettiva, se si è influenzati, evita di essere, in prima persona, responsabili della diffusione dell'influenza, di qualsiasi tipologia essa sia.

 

Come indossare e utilizzare al meglio la mascherina filtro FFP2

Innanzitutto è importante acquistare mascherine di qualità, certificate, con il marchio CE presente sulla confezione. La mascherina filtro FFP2 viene fornita imbustata singolarmente. Ha una forma anatomica e va indossata con la parte impermeabile all'esterno e quella in tessuto a contatto con la pelle. Accertarsi di non indossarla a rovescio: la parte più alta va messa sul naso. Se è destinata a un bimbo o a un neonato è importante verificare che la taglia sia corretta e che aderisca correttamente al viso. La mascherina monouso va sostituita ogni 4 ore al massimo, ogni volta che si ha il sospetto che sia venuta in contatto con sostanze nocive e non va mai riutilizzata una seconda volta ma gettata dopo il primo utilizzo.